Ultime Notizie

Elenco notizie

P.R.O.F. 2007

Archivio Prof

Avanzamento Progetti

Elenco notizie

Progetti

Archivio Progetti

Newsletter

Se desideri ricevere la nostra newsletter,inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:
Descrizione Attività Info Partners
Progetto pubblicato giorno 04/11/2008

Progetto Habitat

 

LEGGE N. 845 DEL 1978 - ART. 26
Progetti Speciali

 

 
L’iniziativa prevede le seguenti fasi/attività:
 
- Fase 1: Networking e Benchmarking
Questa fase  prevede la creazione dei presupposti territoriali di attecchimento e sviluppo delle tematiche di progetto e di settore.
E dunque  innanzitutto lo sviluppo di un’Analisi di Macroscenario, diretta alla definizione dello stato di fatto del sistema edile in tema di tecnologie di costruzione e di consumi energetici.
E’ previsto inoltre lo sviluppo di un’Azione di Benchmarking per l’avvio di un confronto con contesti e realtà territoriali che hanno già implementato, o sono in fase di sviluppo, di processi di adeguamento del sistema per l’attuazione ed il recepimento della normativa sulla certificazione energetica degli edifici, ed un’Azione di Networking per il coinvolgimento dei soggetti territoriali interessati alla tematica di progetto.
Il Network Territoriale verrà formalizzato attraverso la sottoscrizione di appositi protocolli di intesa e la costituzione di una Rete Territoriale di Supporto al progetto. L’idea è quella di offrire ai soggetti operanti nel settore, la possibilità di svolgere un ruolo di attori protagonisti nello sviluppo delle attività di progetto, proponendo un approccio aperto alla collaborazione ed alla condivisione delle scelte operative da mettere in campo.
 
Fase 2: Analisi
L’individuazione ed il coinvolgimento degli stakeholders, a cui rivolgere le successive azioni, rappresenta il momento focale dell’azione progettuale.
In particolare con la presente fase di analisi, nell’ambito di specifici laboratori organizzati con la partecipazione dei soggetti coinvolti si intende attivare un confronto sistematico tra gli stakeholders per la definizione puntuale dei fabbisogni e dei gap in termini di competenze professionali, e per la taratura degli standard di competenze funzionali alla costruzione degli indirizzi programmatici di riferimento, in terza fase.
Nell’ambito di tali Laboratori si procederà anche alla sperimentazione su un campione di edifici del sistema di Building Automation denominato “IMPLEO”, progettato e realizzato dalla Climasistemi s.r.l., partner di progetto.
Tale sistema consente di gestire e supervisionare le singole componenti impiantistiche di un edificio, dal riscaldamento alla climatizzazione e ventilazione, dall’illuminazione ai sistemi di sicurezza.
 
Fase 3: Programmazione
Per la terza macrofase il piano di lavoro prevede, sulla base delle risultanze dei Laboratori di seconda fase, la definizione, condivisa e concertata, di un Piano Formativo Integrato di Qualificazione e Riqualificazione delle risorse umane, che orienti l’evoluzione del settore edilizio del territorio di riferimento e favorisca l’adattabilità dello stesso ai nuovi scenari normativi in tema di certificazione energetica.
 
Fase 4: Sperimentazione
L’inquadramento dei percorsi formativi, in seno al Piano Formativo Integrato di Qualificazione e Riqualificazione delle risorse umane, consentono di attivare la quarta fase di progetto, ovvero la Sperimentazione. La scelta di orientare i contenuti dell’attività formativa sulla base degli standard di competenze definiti nella fase di Analisi, attraverso il confronto con gli attori chiave del territorio, ed inquadrati in seno al Piano, è funzionale alla opportunità di creare figure professionali che abbiano competenze concretamente appetibili nel Mercato del Lavoro, ovvero in grado di operare correttamente all’interno del settore di riferimento, con una specializzazione professionale assolutamente calibrata sulla base del fabbisogno espresso. In altri termini si intendono creare, attraverso i percorsi formativi, le migliori condizioni di raccordo tra l’offerta e la domanda di lavoro affinché l’esperienza progettuale possa ottenere una quanto più elevata performance di efficacia rispetto al mercato occupazionale generato dall’attuazione della normativa sulla certificazione energetica degli edifici.