[1/4] Facciamo Teatro


Indice Archivio Progetti | Progetti 2005
  Descrizione      Attività      Info      Partners  

 

 

 

P.O.R. SICILIA
MISURA 3.06 azioni A, B, C, D ed E
"Prevenzione della dispersione scolastica"

Facciamo Teatro

 

 


 

PROGETTO


Premessa
Il progetto vuole avere un prevalente carattere educativo, in quanto gli obiettivi che si pone sono soprattutto inerenti alla sfera socio-relazionale stimolando le capacità espressive del linguaggio del corpo. Il laboratorio teatrale intende coinvolgere i minori in una attività interdisciplinare che li impegni personalmente, socialmente, emotivamente e cognitivamente.
Personalmente con la possibilità di imparare la propria parte da recitare, realizzare parti di costumi o di scenografie impiegando vari materiali e tecniche.
Socialmente con l’opportunità di lavorare con bambini di età diverse dalla propria per realizzare danze, coreografie, scenografie, recite.
Emotivamente poiché i minori dovranno imparare a controllare le proprie emozioni positive e negative, rispettare le regole che si stabiliscono in gruppi di lavoro in continuo mutamento, a cooperare in modo costruttivo per realizzare un obiettivo comune, a rispettare l’impegno e lo sforzo dell’altro, anche se i risultati non saranno subito ottimali.
Cognitivamente poiché saranno impegnati in attività quali il ricercare, l’ascoltare, il conoscere e approfondire la conoscenza del genere letterario della fiaba e del racconto fantastico, indispensabile per interpretare al meglio il testo che verrà proposto.

In definitiva, la nostra motivazione sta nel credere nell’effetto benefico che, l’attività teatrale, ha sullo sviluppo armonico della persona e della personalità del ragazzo.
Si vuole realizzare quest’intervento per aiutare i bambini a sviluppare la propria personalità insegnando loro ad utilizzare al meglio tutti gli strumenti espressivi che già possiedono: il corpo in generale, la voce, il movimento, il gesto, la mimica, etc. In breve il bambino dovrà imparare a respirare per utilizzare correttamente l’apparato vocale, dovrà arrivare ad esprimersi con una dizione corretta e imparare la lettura espressiva, saprà misurare il gesto e armonizzare il movimento, ma dovrà anche capire l’importanza del silenzio e abituarsi all’esercizio della volontà.

Il progetto prevede interventi in una, alcune o tutte delle seguenti azioni:

A) Corsi di formazione per genitori finalizzati al miglioramento delle competenze socio-educative;

B) Laboratori educativo-didattici pomeridiani per gli studenti al fine di promuovere le competenze metacognitive e socio-relazionali con riferimento anche alle tematiche di natura ambientale ed all’educazione alle pari opportunità (con particolare riferimento a quelle di genere);

C) Attività di animazione socio-culturale ed espressive indirizzate sia agli studenti che ai genitori sia durante l’anno scolastico che nel periodo estivo, anche attraverso modalità non istituzionali (educazione emotiva, musica, spettacoli teatrali ecc.) per tutti gli istituti scolastici di base ; laboratori linguistici e attività di animazione sportiva esclusivamente per gli alunni delle scuole elementari;

D) Potenziamento dei "Centri Risorse contro la dispersione scolastica" già costituiti o in via di attivazione con il POM Scuola 1994-99, attraverso la realizzazione di supporti operativi, in collaborazione con le organizzazioni di volontariato e del terzo settore operanti nei territori interessati. Con tale intervento si intendono realizzare laboratori di orientamento scientifico-tecnologico, laboratori di simulazione dei processi produttivi, sistemi di collegamento informatico e laboratori di approfondimento linguistico ed espressivo, laboratori informatici destinati soprattutto ai soggetti portatori di handicap;

E) Percorsi di rafforzamento di identità, effettuati anche con insegnanti e genitori, per consentire uno sviluppo personale pieno e positivo rivolto alle le ragazze che hanno interrotto il processo scolastico. Tali interventi consisteranno in corsi di formazione, orientamento sia professionale che scolastico, incontri, dibattiti, attività culturali etc., finalizzati all’acquisizione, da parte delle ragazze coinvolte, del proprio ruolo all’interno della società;

FINALITA’ DI CIASCUN ISTITUTO:

  • Istituto Comprensivo Aspra;
  • Scuola Media Statale Carducci;
  • Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato "Salvo D’Acquisto"

I.C. Aspra
Il piano dell’Offerta Formativa della scuola di Aspra dedica particolare attenzione al raggiungimento di obiettivi di tipo comunicativo/espressivo, e a tal riguardo una posizione di rilievo assume il laboratorio teatrale, attraverso il quale è possibile:

  • potenziare sia le capacità linguistiche, soprattutto nell’ambito dell’ascolto /parlato, sia le infinite possibilità espressive dei linguaggi mimico/gestuali;
  • affrontare argomenti che possono indagare nelle idee, nei sentimenti e nella sensibilità della persona umana;
  • facilitare la socializzazione degli allievi attraverso momenti ludici e creativi;
  • migliorare la conoscenza del linguaggio nei suoi più variegati aspetti: letterari, storico, artistici, scientifici;
  • avvicinare gli allievi al mondo dello spettacolo, non più come semplici fruitori, ma come parte attiva e cosciente;
  • incoraggiare la socializzazione ed il confronto costruttivo mediante l’attuazione di un progetto comune.

SMS "Carducci" di Bagheria
La Media Statale, attraverso il Piano dell’Offerta Formativa, riserva particolare riguardo alla fase di accesso alle prime classi e ai casi che presentano condizioni di peculiare difficoltà, transitoria o permanente, attraverso il coinvolgimento in attività facoltative tra le quali:

  • Laboratorio teatrale;
  • Attività di recupero, potenziamento e consolidamento

Il teatro può svolgere un ruolo decisivo nell’aiutare i disabili, specialmente coloro che hanno handicap multipli, a stabilire dei contatti fisici ed emozionali con altre persone. Pianificare l’uso dei suoni significa collocarsi nella dialettica interattiva ove il punto fondante della relazione non è il suono nel suo significato artistico, ma l’alunno nella sua dimensione espressiva. Su questa linea ogni alunno ha diritto al suo linguaggio privilegiato, perciò il portatore di handicap, per esempio, non è da considerarsi il portatore di una "deficienza" ma un soggetto con altre modalità comunicative, dalle quali bisogna partire per avviare il massimo potenziamento delle sue capacità relazionali.

IPIA "S. D’Acquisto" di Bagheria
L’Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato "Salvo D’Acquisto" si prefigge, all’interno del Piano dell’Offerta Formativa, l’obiettivo di formare operatori specializzati, attraverso l’organizzazione di laboratori che permettono di adeguarsi rapidamente alle nuove tecnologie, in modo da poter coniugare cultura e professionalità e assicurare agli allievi il successo all’uscita dal corso di studi.Il progetto teatrale permetterà agli allievi di acquisire le conoscenze e le esperienze necessarie per un loro futuro inserimento in questo settore, che assume sempre maggiore importanza. Esso permetterà, tra l’altro, un incremento delle capacità di lavorare in gruppo per il raggiungimento di un obiettivo comune.

OBIETTIVI FORMATIVI:

  • Creare un servizio educativo extrascolastico che intenda muoversi in una logica di continuità e integrazione con gli ambiti formativi istituzionali;
  • Potenziare la valenza formativa, sia negli aspetti di ricaduta interdisciplinare, sia negli aspetti di contributo alla formazione della persona;
  • Potenziare l’attività delle scuole nei confronti dei minori che difficilmente si coinvolgono nelle metodologie scolastiche, impegnandoli dentro iniziative di alleanza educativa extrascolastica;
  • Sviluppare negli alunni capacità espressive e di comunicazione attraverso canali verbali e non verbali.

OBIETTIVI SPECIFICI:

  • Potenziare il controllo delle proprie azioni emotive;
  • Sviluppare possibilità di conoscenza, espressione e coscienza, razionale ed emotiva, di sé;
  • Rafforzamento dell’identità attraverso l’interpretazione di ruoli;
  • Sviluppare la percezione e il controllo dello schema corporeo e della voce;
  • Sviluppo delle abilità fonetico/vocali;
  • Crescita delle capacità immaginative;
  • Esercizio delle abilità fino-motorie (scrittura , disegno, cucito…..).

OBIETTIVI TRASVERSALI:

  • Favorire momenti e processi interattivi e associativi al fine di offrire maggiori opportunità per sviluppare il grado di socializzazione e le capacità logiche e creative;
  • Acquisire capacità di svolgere un ruolo attivo nella ricerca delle soluzioni più adeguate a risolvere i problemi della propria vita scolastica e socio familiari;
  • Prevenire il disagio giovanile e i fenomeni di dispersione scolastica.

 

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle nostre novità!

Cliccando sul tasto “ISCRIVITI” accetti di ricevere la nostra newsletter (Leggi l’informativa completa). Potrai disiscriverti in ogni momento cliccando sul link presente in fondo alla newsletter che ti invieremo.

Via San Marco, 105
90017 Santa Flavia (PA)
C.F. 90002140821
P.I. 04204660825

Codici meccanografici

Codici meccanografici
Bagheria:
PACF16900L
PACF251008

Codice meccanografico
Barcellona Pozzo di Gotto:
MECF03600B

Bagheria | Seguici su

Barcellona P.G. | Seguici su


© 2022 Associazione Centro Studi Aurora ETS. Tutti i diritti riservati.

Privacy Policy

Powered by EffeGrafica.it